Marcelo Perine, Platone non era malato